Le lucertole azzurre - Isole della Campania - Meraviglie della Natura

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le lucertole azzurre

Isole > I racconti dalle isole


Le lucertole azzurre

Riflessioni, gioie e tristezze tra la natura delle isole.
Testo e fotografie di Armando Nappi


Le piccole isole, rappresentano una vera e propria sfida alla colonizzazione degli esseri viventi per le difficoltà imposte dalla scarsezza di risorse e, questo, è particolarmente vero per quegli organismi un po’ più esigenti come i vertebrati terrestri ma qualcuno, ugualmente, ce l’ha fatta come le lucertole che vi scorrazzano attivamente, quasi a sembrare custodi di questi lembi di roccia in mezzo al mare e proprio in ambienti del genere, alcune popolazioni hanno assunto una colorazione azzurra. Le interpretazioni di questo fenomeno sono varie, tra le più accreditate c’è quella di una migliore capacità, con un colore del genere, di trattenere calore e nelle condizioni in cui si trovano, è sicuramente un vantaggio.
Sta di fatto che sono davvero bellissime e sembrano quasi voler dire - con questa colorazione diversa dai loro parenti che si trovano a qualche centinaio di metri dalla terraferma - che lì è la loro casa e... ce l’hanno fatta a colonizzare luoghi così inospitali!
Le isole dove si trovano sono molto piccole, a livello di scogli, quella in foto è di Licosa, nel Cilento e muovendo i primi passi su un’isoletta del genere, è facile prendere dimestichezza con le lucertole presenti. Sembra quasi venirsi a creare una famigliola e quando sto a casa, talvolta, nelle giornate di sole o di brutto tempo, mi viene da pensare a chissà cosa stanno facendo la lucertola tutta azzurra, quella azzurra con la macchia verde sul collo, quella col dorso verde uniforme o quella col dorso verde maculato di nero, quelle intorno al faro o quelle che frequentano la casa abbandonata ma soprattutto, mi viene da chiedere se le rivedrò ancora.
Proprio a Licosa incontrai per la prima volta le lucertole azzurre e le primissime a darmi il benvenuto lo fecero uscendo da un frigo arrugginito, solo un tassello della quantità di rifiuti presenti in pochi metri quadrati, tra l’altro assaliti da bagnanti per cui le lucertole scappavano terrorizzate come saette in ogni angolo.
Spero un giorno di potere “soltanto” godere dell’emozione che questi animali offrono con quel senso di particolarità, di unicità e di voglia di adattarsi a tutti i costi che solo loro sanno trasmettere, senza dover aggiungere la preoccupazione che possano scomparire per la nostra incuria ma purtroppo, inevitabilmente, adesso c’è anche questo inquietante pensiero.


L’azzurro di una lucertola di Licosa si confonde, a volte, con l’azzurro del cielo



 
Torna ai contenuti | Torna al menu