La grande ginestra - Isole della Campania - Meraviglie della Natura

Vai ai contenuti

Menu principale:

La grande ginestra

Isole > I racconti dalle isole


La grande ginestra

Riflessioni, gioie e tristezze tra la natura delle isole.
Testo e fotografie di Armando Nappi


A Procida, nel magico e suggestivo angolo di Punta Serra, del quale ho già parlato in precedenza, quando mi ci reco, oltre a far visita agli alberi, mi fermo anche attorno a quella che chiamo “la grande ginestra”. Si tratta in realtà di più ginestre, una vicino l’altra, che sembrano formare un unico individuo il quale si mostra, in tutta la sua bellezza, soprattutto in primavera con un’esplosione di giallo abbagliante data dai suoi splendidi fiori. Mi piace camminare intorno a lei, guardarla e guardare il microcosmo, di insetti e ragni, che ospita.
Si trova in un punto in passato coltivato, adesso abbandonato e riconquistato dalle piante selvatiche, attorno c’è un boschetto, di lecci e roverelle mentre, all’interno di questo ex coltivo, ci sono soprattutto le cosiddette piante pioniere, quelle piante cioè meno esigenti, come le ginestre, che iniziano a colonizzare un suolo povero, appena formatosi, e che forniranno poi il substrato a piante più esigenti. Se tutto andrà bene, quindi, il bosco circostante in futuro potrebbe ricoprire tutto questo settore dove, alcuni giovani alberi, già ci sono. Uno di questi, una roverella, si è proprio intrufolata tra gli steli della ginestra… Si trovano quindi, a stretto contatto, i rappresentati di due diversi stadi, uno iniziale e uno avanzato, della cosiddetta successione ecologica. Aggrovigliati come sono, uno a stretto contatto dell’altro, sembrano volersi contendere uno spazio e fare a gara a chi tra i due vincerà ma la grande ginestra, per la legge della Natura, sarà destinata a scomparire per far spazio al bosco e in questo caso, anche se spiacente che non ci sarà più, sarò comunque contento.
Il pensiero che invece mi turba è la possibile scomparsa non solo della grande ginestra ma anche della piccola roverella la quale, molto discretamente, contende con lei lo spazio, a causa di qualcuno che potrebbe irrompere facendo in modo che, l’insieme, non potrà più obbedire alla legge della Natura.


La grande ginestra…

… e la piccola roverella intrufolata tra i suoi steli



 
Torna ai contenuti | Torna al menu